Intestino e IRC/CKD si condizionano reciprocamente?

intestino e insufficienza renale
Condividi se ti piace questo sito!

Nell’articolo “Probiotici cane gatto IRC quali sono i migliori” avevo scritto come nell’insufficienza renale cronica il microbiota intestinale è coinvolto direttamente nell’aumento di tossine uremiche, perchè è la disbiosi indotta dall’uremia stessa ad aumentare le concentrazioni di tossine in circolo con conseguente riduzione dell’escrezione renale e peggioramento della malattia.

Intestino e insufficienza renale Correlazione

Tossina uremica: l’Indolo solfato e il microbiota

L’indoxil solfato, è un metabolita del triptofano alimentare che agisce come una cardiotossina e tossina uremica.

In umana, alte concentrazioni di questo metabolita nel sangue sono associate allo sviluppo e alla progressione della malattia renale cronica, essendo una tossima uremica, stimola la sclerosi glomerulare e la fibrosi interstiziale renale.

Studi suggeriscono che:

Pazienti con CKD sviluppano livelli plasmatici di TMAO più elevati e una diversa composizione del microbiota intestinale rispetto a soggetti sani.

L’aumento dei livelli di TMAO nei pazienti con CKD è direttamente provocato dalla disbiosi del microbiota.

  • TMAO (trimelitalammina-N-ossido) → rischio cardiovascolare e trombosi
  • indoxil solfato → progressione malattia renale trombosi, malattia cardiovascolare, anemia
  • p-cresil solfato → progressione malattia renale e vascolari, effetti pro-infiammatori

Il microbiota intestinale influisce sulla produzione di tossine uremiche essenzialmente legate alle proteine e l’​uremia a sua volta influenza la composizione del microbiota intestinale. Questa influenza reciproca non fa altro che provocare disturbi e deficit alla mucosa intestinale e danneggiamento della flora batterica con conseguente sintomatologia a carico dell’intestino:

Gastrite

Vomito

Inappetenza

Come diminuire la produzione di tossine uremiche

Di seguito ti suggerisco alcune raccomandazioni da discutere con il vet.

Probiotici

Il Vivomixx lo raccomando fortemente in corso di IRC 3-4 stadio, perchè gli animali malati di insufficienza renale hanno una mucosa gastrita danneggiata dall’uremia e il Vivomixx riduce l’infiammazione. Il VIVOMIXX rispetto al PROBINUL contiene il ceppo Lactobacillus delbrueckii sottospecie bulgaricus: un agente che ha dimostrato di idrolizzare l’urea importante per la “dialisi enterica” ​​e l’eliminazione delle scorie azotate per via intestinale.

Aumentare la motilità intestinale con INULINA

Studi recenti mostrano che le concentrazioni sieriche di PCS (p-cresil-fosfato) e IS (Indoxilsolfato) sono ridotte dall’assunzione orale di inulina. Grazie al rilascio metabolico di acidi grassi a catena corta.

L’inulina riduce l’assorbimento dell’azoto, riducendo inoltre il carico di scorie azotate a 

livello renale.

L’inulina oltre a ridurre l’assorbimento di azoto e scorie azotate aiuta a controllare la stitichezza nel gatto e cane, senza irritare l’intestino e senza accelerare il transito intestinale. Si può sciogliere in acqua e dare con siringa al gatto o aggiungere alla ciotolina, oppure si può mischiare al pet-food. E’ solubile sia a freddo sia a caldo e sopporta perfettamente la cottura.

L. casei Shirota (Yakult)

L. casei Shirota (Yakult) Riduce creatinina, azotemia e p-cresol. I pazienti con CKD presentavano livelli ridotti di ammoniaca (un precursore dell’urea, con cui sono coinvolti i batteri). Diminuzione superiore al 10% dei livelli sierici di urea dopo intervento dietetico con LcS per pazienti con CKD stadi 3 e 4. In uno studio si è visto che  L. casei Shirota riduce il p-cresolo urinario nelle urine dopo 4 settimane.

intestino e insufficienza renale
Riferimenti

De Preter V Geboes K Verbrugghe Ket al.  The in vivo use of the stable isotope-labelled biomarkers lactose-[15N]ureide and [2H4]tyrosine to assess the effects of pro- and prebiotics on the intestinal flora of healthy human volunteers. Br J Nutr 2004; 92: 439–446

Ranganathan N Ranganathan P Friedman EAet al.  Pilot study of probiotic dietary supplementation for promoting healthy kidney function in patients with chronic kidney disease. Adv Ther 2010; 27: 634–647

Younes H Egret N Hadj-Abdelkader Met al.  Fermentable carbohydrate supplementation alters nitrogen excretion in chronic renal failure. J Ren Nutr 2006; 16: 67–74

Natarajan R Pechenyak B Vyas Uet al.  Randomized controlled trial of strain-specific probiotic formulation (renadyl) in dialysis patients. Biomed Res Int 2014; 2014: 568571

Guida B Germano R Trio Ret al.  Effect of short-term synbiotic treatment on plasma p-cresol levels in patients with chronic renal failure: a randomized clinical trial. Nutr Metab Cardiovasc Dis 2014; 24: 1043–1049

Pavan M. Influence of prebiotic and probiotic supplementation on the progression of chronic kidney disease. Minerva Urol Nefrol 2014; in press